Cerca
Close this search box.

Adulti

il ruolo centrale ed attivo dei beneficiari nei progetti d'integrazione

Tutti gli interventi dei
progetti territoriali convergono verso il comune obiettivo di  sostenere il percorso di inclusione sociale dei beneficiari nella comunità locale di riferimento.


Ciò avviene, in primo luogo, attraverso il coinvolgimento diretto dell’interessato in tutte le attività di vita quotidiana. 

Nella quasi totalità dei progetti in Italia (97,8%), è presente una fattiva partecipazione alle attività della struttura da parte dei beneficiari. Gli ospiti sono principalmente impegnati nella pulizia dei propri spazi (attività svolta nel 99,8% dei progetti): sono incoraggiati a svolgere questa attività al fine di responsabilizzarli nei confronti della collettività oltre che per far loro acquisire tutte le abitudini necessarie a rendersi autonomi all’interno della struttura.

Inoltre, i beneficiari accolti da più tempo sono spesso coinvolti nel percorso di affiancamento agli ultimi arrivati nel progetto (94,3%), i quali necessitano di tutte le informazioni necessarie alla vita nella struttura di accoglienza e nella comunità locale, e nell’organizzazione di laboratori e incontri formativi (92,1%) e di iniziative di sensibilizzazione e informazione (91,0%).

Non da ultimo, sono innumerevoli le iniziative che i progetti territoriali promuovono con l’obiettivo di informare e sensibilizzare i cittadini rispetto ai temi del diritto di asilo e della condizione di richiedenti e titolari di protezione internazionale.

emergenza covid-19

Nel corso del 2020 attraverso la collaborazione con altri attori locali, molti progetti SAI – attraverso la propositività di operatori e beneficiari – hanno dato il loro contributo per supportare le fasce più deboli e vulnerabili della popolazione nell’affrontare le conseguenze della diffusione della pandemia da Covid-19.

Durante il primo periodo di maggiore difficoltà nel reperimento dei dispositivi di protezione, beneficiari e operatori del SAI hanno cucito mascherine per poi distribuirle sui territori; hanno prestato volontariato per raccogliere i viveri da consegnare alle famiglie in difficoltà economica e per garantire agli anziani la spesa quotidiana, i medicinali e le altre commissioni necessarie.

Hanno collaborato con la protezione civile e con le associazioni di volontariato, e contribuito a una capillare diffusione delle informazioni per favorire la consapevolezza sulla diffusione della pandemia.